Formuala 1   Home     Formula 1    News     Coppa Selva di Fasano     Competizioni    |  FOTO     |  VIDEO    |  Newsletter  | 
  Formula 1 - Grand Prix

Automania.it

Calendario circuiti Formula 1 - 2019

GP Australia
AUS
GP Bahrain
BAH
GP Cina
CHN
GP Europa
EUR
GP Spagna
ESP
GP Monaco
MON
GP Canada
CAN
GP Francia
FRA
GP Austria
AUS
GP Gran Bretagna
GBR
GP Germania
GER
GP Ungheria
HUN
GP Belgio
BEL
GP Italia
ITA
GP Singapore
SIN
GP Russia
RUS
GP Giappone
JAP
GP Messico
MEX
GP USA
USA
GP Brasile
BRA
GP EAU
EAU

Circuiti F1 - GP d'Australia a Melbourne

Il GP d’Australia si snoda sul circuito cittadino di Albert Park a Melbourne, costruito nell’incantevole cornice di uno dei più bei parchi naturalistici australiani. Il tracciato è piuttosto veloce e privo di pericolose insidie, anche se ritenuto un percorso atipico per la presenza di un asfalto irregolare e fortemente abrasivo.

La pista offre un susseguirsi di curve, con un solo grande rettilineo, l’unico punto in cui si può tentare la manovra di sorpasso e alla fine del quale la velocità di punta si aggira intorno ai 300 km/h. Importante il gioco dei freni: i piloti sono chiamati ad un alternarsi di frenate e accelerazioni, che mettono a dura prova sia le gomme che l'impianto frenante. I chilometri da percorrere sono. 5,3 in 58 giri, per un totale di 307,57 km e un’ora e 35 minuti di gara circa.

GP Australia La pista è costellata di numerose curve, undici in totale. Nell’ordine: Jones, Brabham, Whiteford, Lauda , Marina, Clark, Waite, Hill, Ascari, Stewart e Prost. In particolare, le curve Ascari e Stewart, a causa delle violente frenate, facilitano i fuoripista. La curva 3 è la prima di una sequenza di tre curve chiuse che devono essere affrontate con attenzione, mentre l'ultima delle tre, la Whiteford, ha determinato diversi problemi a vari piloti.

Per raggiungere la Lauda, una lunga curva a forma d'arco, bisogna passare dalla quarta alla sesta fino ad arrivare alla Clark, curva chiusa da affrontare in seconda a 100 km/h. Poi c'è la Waite, a destra, che deve essere attraversata in quinta a 200 km/h. Si passa poi in sesta verso la Ascari, virando prima sulla destra nella Hill. La Ascari è una curva sulla destra, da percorrere in terza, che conduce alla Stewart, che a sua volta porta alla Senna. Infine, troviamo la Prost , curva a sinistra da percorrere in terza a 150 Km/h, che riporta le vetture sul rettilineo principale.

News Formula 1 e Rally
Dakar 2020: vince la coppia Sainz-Cruz » Dakar 2020: vince la coppia Sainz-Cruz
Il vincitore della scorsa edizione Al-Attiyah chiude in seconda posizione
Dakar 2020: muore la leggenda Goncalves » Dakar 2020: muore la leggenda Goncalves
Il pilota ha perso la vita durante la settima tappa
Dakar 2020: il punto della situazione » Dakar 2020: il punto della situazione
Brabec consolida il primato in classifica. Ottima prova per l´esordiente Fernando Alonso
Dakar 2020: Rally Raid in Arabia Saudita pronti al via » Dakar 2020: Rally Raid in Arabia Saudita pronti al via
Tappe, Piloti emergenti e italiani. In gara 114 Bike, 23 Quads, 83 auto, 46 camion e 45 SSV

Newsletter

Iscriviti alla Mailing List di Automania®

[ Info Newsletter» ]

3Wcom Web Agency