Formuala 1   Home     Formula 1    News     Coppa Selva di Fasano     Competizioni    |  FOTO     |  VIDEO    |  Newsletter  | 
  Formula 1 - Grand Prix

Automania.it

Calendario circuiti Formula 1 - 2019

GP Australia
AUS
GP Bahrain
BAH
GP Cina
CHN
GP Europa
EUR
GP Spagna
ESP
GP Monaco
MON
GP Canada
CAN
GP Francia
FRA
GP Austria
AUS
GP Gran Bretagna
GBR
GP Germania
GER
GP Ungheria
HUN
GP Belgio
BEL
GP Italia
ITA
GP Singapore
SIN
GP Russia
RUS
GP Giappone
JAP
GP Messico
MEX
GP USA
USA
GP Brasile
BRA
GP EAU
EAU

Circuiti F1 - Grand Prix Catalunya - Gran Premio di Spagna

Situata nella località Mas la Morenta presso Montmeló, a circa venti chilometri dalla capitale catalana Barcellona, il circuito di Catalunya è la pista sulla quale si affrontano le monoposto nel Gran Premio di Spagna.

Inaugurato in occasione dei Giochi Olimpici del 1992, l’impianto è stato destinato alle corse automobilistiche e motoristiche. I team di F1 utilizzano spesso la pista per effettuare i test delle monoposto durante l’anno, per le ideali condizioni climatiche e le caratteristiche del tracciato. La superficie occupata è di circa 120 ettari e la lunghezza è di 4,655 km, da percorrere in 66 giri per una distanza totale di 307,104 km.

La pista che ospita il Gran Premio di Spagna viene percorsa in senso orario e propone un manto stradale ondulato. Il circuito è uno dei più apprezzati dai piloti per la sua articolazione e per i rettilinei, che sfociano in curve ampie e veloci. Il rettifilo di partenza e d'arrivo è il più lungo del campionato mondiale di Formula 1 e permette di raggiungere punte massime di 320 km/h, decisamente inferiori rispetto a quelle di altre piste a causa dell'elevato carico aerodinamico.

Grand Prix Catalunya La presenza di curve più strette può generare problemi alla pressione dei pneumatici, la cui superficie può sporcarsi per la presenza di accumuli di sabbia proveniente dalla campagna, condizionando così l'assetto della vettura e la tattica di gara che obbliga a frequenti soste ai box.

Dopo lo start, i piloti percorrono il lungo rettilineo, al termine del quale si trova la curva Elf, leggermente in salita, spesso luogo di incidenti. Il circuito presenta la lenta curva Seat, che obbliga le auto ad affrontarla a 75 km/h.

Nel corso degli anni la pista ha subito alcune modifiche che hanno visto l’aggiunta di ulteriori vie di fuga, per limitare la pericolosità di alcune curve e salvaguardare l’incolumità dei piloti. Nel 2004 è stato modificato il sistema di curve La Caixa-Banc de Sabadell, sostituita da una curva molto stretta, in modo da favorire i sorpassi in staccata delle F1. Per la medesima ragione nel 2007 è stata inserita una nuova variante tra le ultime due curve, la Europcar e la New Holland.

News Formula 1 e Rally
Dakar 2020: muore la leggenda Goncalves » Dakar 2020: muore la leggenda Goncalves
Il pilota ha perso la vita durante la settima tappa
Dakar 2020: il punto della situazione » Dakar 2020: il punto della situazione
Brabec consolida il primato in classifica. Ottima prova per l´esordiente Fernando Alonso
Dakar 2020: Rally Raid in Arabia Saudita pronti al via » Dakar 2020: Rally Raid in Arabia Saudita pronti al via
Tappe, Piloti emergenti e italiani. In gara 114 Bike, 23 Quads, 83 auto, 46 camion e 45 SSV
Nel Gran Premio di Abu Dhabi trionfo esemplare di Lewis Hamilton » Nel Gran Premio di Abu Dhabi trionfo esemplare di Lewis Hamilton
Seguono la Red Bull di Max Verstappen e la Ferrari di Charles Leclerc

Newsletter

Iscriviti alla Mailing List di Automania®

[ Info Newsletter» ]

3Wcom Web Agency