Formuala 1   Home     Formula 1    News     Coppa Selva di Fasano     Competizioni    |  FOTO     |  VIDEO    |  Newsletter   | 
  Formula 1 - Grand Prix

Automania.it

Calendario circuiti Formula 1 - 2018

GP Australia
AUS
GP Bahrain
BAH
GP Cina
CHN
GP Europa
EUR
GP Spagna
ESP
GP Monaco
MON
GP Canada
CAN
GP Francia
FRA
GP Austria
AUS
GP Gran Bretagna
GBR
GP Germania
GER
GP Ungheria
HUN
GP Belgio
BEL
GP Italia
ITA
GP Singapore
SIN
GP Russia
RUS
GP Giappone
JAP
GP USA
USA
GP Messico
MEX
GP Brasile
BRA
GP EAU
EAU

Circuiti - GP Canada nel circuito di Montreal

Intitolato al compianto Gilles Villeneuve, il circuito di Montreal è collocato sull'isola artificiale di Notre Dame costruita per le Olimpiadi del 1976 sull'estuario del fiume San Lorenzo ed è composto da una parte permanente e da un’altra formata da strade urbane.
A partire dal 1978 qui viene ospitato il Gran Premio del Canada di Formula 1, insieme alle competizioni Champ Car e NASCAR. La pista, nell’arco della sua trentennale storia, ha visto poche modifiche proponendo un fascino che è rimasto inalterato nel tempo, nonostante la sua pericolosità. Da ricordare l’incidente di Olivier Panis, nel quale il pilota si fratturò entrambe le gambe.

Attualmente il tracciato, lungo 4,361 km, non presenta curvoni veloci, ma una serie di S inframmezzate da tratti rettilinei e considerata per tali caratteristiche una pista stop and go, che impone ai freni un forte stress oltre a richiedere una dose extra di carburante. La sua principale caratteristica è quella di alternare lunghe e brusche accelerate a violenti frenate, intervallate da curve molto veloci. Il carico aerodinamico utilizzato è medio basso, in modo da sfruttare al meglio i lunghi rettilinei e le accelerazioni. Le sospensioni si tengono più dure all’anteriore per dare agilità nei veloci cambi di direzione mentre, essendo più morbide la posteriore, la macchina avrà frenate più stabili. Settanta i giri totali da percorrere per una distanza complessiva di 305.270 km.

GP Canada Il tracciato originale prevedeva i box sistemati nel tratto successivo al tornantino, una serie di veloci cambi di direzione, un allungo verso l'attuale zona dei box ed una serie di varianti che portavano all'altra curva lenta, all'estremo opposto del tracciato.

La pista venne modificata nel 1987, in seguito ad uno stop deciso per ragioni economiche. Gli organizzatori rinnovarono il tracciato spostando i box ed il rettifilo di partenza in prossimità della curva lenta opposta al tornantino. Nel 1994 il tratto veloce dopo il tornantino vide l’introduzione di una chicane provvisoria. Ulteriori modifiche sono state apportate in quel tratto negli anni successivi.

News Formula 1 e Rally
GP del Giappone: Lewis Hamilton ad un passo da Titolo Mondiale » GP del Giappone: Lewis Hamilton ad un passo da Titolo Mondiale
Doppetta Mercedes, secondo Valtteri Bottas, terza la Red Bull di Max Verstappen. La Ferrari di Sebastian Vettel solo sesta
News F1
Vittoria a sorpresa di Lewis Hamilton  nel Gp di Russia » Vittoria a sorpresa di Lewis Hamilton nel Gp di Russia
Valtteri Bottas secondo, ma vero vincitore morale del Gran Premio. Terzo sul podio Sebastian Vettel
News F1
Lewis Hamilton Re di Singapore » Lewis Hamilton Re di Singapore
Dietro la Mercedes la Red Bull di Max Verstappen e la Ferrari di Sebastian Vettel alquanto insipido
News F1
A Monza Lewis Hamilton, beffa i tifosi italiani » A Monza Lewis Hamilton, beffa i tifosi italiani
La Mercedes di Valtteri Bottas terza, dopo la penalizzazione ai danni di Max Verstappen. Contatto al via per Sebastian Vettel quarto a fine gara
News F1

Newsletter

Iscriviti alla Mailing List di Automania®

[ Info Newsletter» ]

3Wcom Web Agency